La via dei Libri

Recensioni letterarie di Gaia Tagliabue

Il ragazzo che apriva la fila

Narrativa Spagnola

Carta di identità:

TitoloIl ragazzo che apriva la fila
AutoreGrandes Almudena
GenereNarrativa Spagnola
Casa editriceGuanda
Anno2007
Prezzo

Tra le pagine:

Cinque racconti descritti in maniera dettagliata e coinvolgente. I protagonisti sono molto diversi tra di loro, ma sono uniti tutti da una difficoltà che devono superare con le loro forze, problemi sul lavoro, problemi famigliari, problemi relazionali. Ognuno di loro riesce a trovare, a modo suo, una piccola vittoria.

Angolo del pensiero:

I protagonisti con le loro sfumature e la loro unicità entrano nel cuore del lettore. Ho trovato particolarmente interessante il racconto del Sastre torero, ho potuto cogliere i colori, gli odori e i rumori. Grandes con la sua originalità ancora una volta non delude il lettore che viene coinvolto dalla prima all’ultima pagina. Nulla è scontato.

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

Narrativa svedese

Carta di identità:

TitoloIl centenario che saltò dalla finestra e scomparve
AutoreJonas Jonasson
GenereNarrativa svedese
Casa editriceBompiani
Anno2011
Prezzo€17,90

Tra le pagine:

Allan Karlsson compie cent’anni, ma non ha alcuna voglia di partecipare alla sua festa di compleanno organizzata da Alice, l’infermiera della casa di riposo dove risiede. Con le sue ciabatte odoranti di piscio salta dalla finestra e fugge verso la stazione degli autobus.
Ed è così che comincia una nuova avventura per il centenario Allan, perchè non è mai troppo tardi per rincorrere la propria libertà.

Angolo del pensiero:

Divertente, bizzarro. Una storia che coinvolge, che regala momenti esilaranti. Il lettore scoprirà che Allan non è un semplice centenario, ma un uomo che ha vissuto in prima persona periodi storici significativi: un Forrest Gump svedese. A parer mio questo romanzo ha tutte le caratteristiche per trasformarsi in un film di successo. Leggetelo e scoprirete quanto ricca può essere l’esistenza di un uomo.

Livelli di vita

Narrativa inglese

Carta di identità:

TitoloLivelli di vita
AutoreJulian Barnes
GenereNarrativa inglese
Casa editriceEinaudi
Anno2013
Prezzo€16,50

Tra le pagine:

Un romanzo che vuole raccontare una storia d’amore attraverso molteplici metafore: il volo, la caduta, gli strappi, le zavorre, i precipizi.

Angolo del pensiero:

In copertina una mongolfiera. Un titolo interessante. Un gioco di metafore per attirare l’attenzione del potenziale lettore. Ma già dalle prime pagine è cresciuto dentro di me un forte distacco nei confronti della storia. Un romanzo noioso. Spero che almeno a Barnes sia servito questo romanzo e che sia riuscito ad alleviare il suo dolore personale attraverso le parole, i ricordi, le immagini, le metafore, perchè a me, personalmente, non ha lasciato nulla.

Figli dello stesso padre

Senza categoria

Carta di identità:

TitoloFigli dello stesso padre
AutoreRomana Petri
GenereSenza categoria
Casa editriceLonganesi
Anno2013
Prezzo€16,40

Tra le pagine:

Emilio e Germano hanno in comune una cosa: il padre. Germano, artista, scontroso, impulsivo e solo. Emilio, matematico, preciso, gentile e con una famiglia. Un evento li farà rincontrare e si troveranno ad affrontare una volta per tutte il loro passato e decideranno se riappacificarsi o dichiararsi la guerra per sempre.

Angolo del pensiero:

Sono stata attratta dalla trama, una storia diversa dal solito: nessuna storia d’amore, nessun intrigo, nessun caso da risolvere a fare da perno centrale, ma solo due fratelli, due uomini adulti che devono combattere con il loro passato. Il romanzo è caratterizzato da una serie di flashback che riportano il lettore all’ Italia degli anni ’70, dandogli la possibilità di entrare in punta di piedi nella vita di Germano ed Emilio, conoscendoli nel profondo e appassionandosi alla loro storia. Purtroppo devo sottolineare che ci vogliono un po’ di pagine prima di riuscire ad essere coinvolti, ma alla fine la storia rapisce, grazie anche agli innumerevoli dettagli che emergono nelle descrizioni narrate dalla Petri. Quindi, non demordete, e arrivate fino alla fine, perché ne vale la pena!

A proposito di lei

Carta di identità:

TitoloA proposito di lei
AutoreBanana Yoshimoto
GenereNarrativa giapponese
Casa editriceFeltrinelli
Anno2013
Prezzo€12,00

Tra le pagine:

Yumicho e Schoichi, due cugini, si ritrovano dopo diversi anni. Non più bambini, ma adulti, con le loro esperienze, iniziano un viaggio di parole, ricordi, incontri, per smascherare il loro passato e ritrovare una serenità perduta.

Angolo del pensiero:

Un viaggio interiore drammatico che spolvera la mente, costringe i protagonisti ad affrontare i fantasmi del passato e a conoscere i segreti della propria famiglia.
L’assenza di capitoli, a parer mio, penalizza la lettura e la concentrazione del lettori. Si dovrebbe leggere senza interruzioni: solo in questo modo si riuscirebbe ad entrare completamente nella storia e a rendere propri i protagonisti.

Per dieci minuti

Narrativa italiana

Carta di identità:

TitoloPer dieci minuti
AutoreChiara Gamberale
GenereNarrativa italiana
Casa editriceFeltrinelli
Anno2013
Prezzo€16,00

Tra le pagine:

Chiara, lasciata dal marito con una telefonata, cade in una profonda crisi esistenziale. La sua analista le propone un gioco per riprendere in mano la propria vita e tornare a sorridere. Per 10 minuti al giorno, per un mese, dovrà fare qualcosa che non ha mai fatto. Chiara accetta. E tra difficoltà, paure ricomincia a vivere.

Angolo del pensiero:

L’idea è geniale: 10 minuti al giorno per un mese! Il titolo, l’immagine del libro sono azzeccati e attirano il lettore. La scrittura, la trama, invece mi hanno lasciato un po’ perplessa. Ho trovato la parte iniziale del romanzo piuttosto noiosa e poco coinvolgente. Ma non voglio condannare questo romanzo: regala comunque sorrisi e spunti di riflessione.

Un uomo disponibile

Narrativa americana

Carta di identità:

TitoloUn uomo disponibile
AutoreHilma Wolitzer
GenereNarrativa americana
Casa editriceFeltrinelli
Anno2012
Prezzo€15,00

Tra le pagine:

Edward, uomo di mezza età, si trova ad affrontare la perdita della sua adorata Bee. Bee ha lasciato un vuoto incolmabile nella vita di Edward, che non riesce a trovare una ragione per vivere senza di lei. Ad aiutare Edward saranno i suoi figli, o meglio i figli di Bee, avuti col primo matrimonio. Un annuncio per cuori solitari gli cambierà le giornate e sarà costretto a tornare a vivere.

Angolo del pensiero:

Il titolo non rende giustizia al romanzo, a parer mio lo banalizza. In realtà è una storia di una tenerezza strabiliante. L’autrice riesce a descrivere con forte coinvolgimento gli stati d’animo e le sensazioni che prova una persona che ha perso la propria metà. Le prime pagine sono difficili da leggere. La tristezza e la solitudine hanno la meglio e in alcuni momenti mi hanno spinto a chiudere il libro. Perché, si sa, la morte fa paura. Però la curiosità di sapere in che modo si è rialzato Edward mi ha dato la forza e il coraggio di andare avanti.
Un romanzo che spinge a riflettere sul senso della vita e sul tempo che scorre. Un romanzo che parla dell’amore con l’A maiuscola. Un amore che non ha limiti di età.

Il peso specifico dell’amore

Carta di identità:

TitoloIl peso specifico dell’amore
AutoreGianluca Antoni
GenereRomanzo di formazione
Casa editriceItalic
Anno2012
Prezzo€18,00

Tra le pagine:

Nel secondo romanzo di Gianluca ritroviamo i personaggi di Cassonetti. I giovani universitari non sono più tanto giovani, ma alla soglia dei 40 anni. Protagonista è Peter, divorziato, con un lavoro che non ama e con un lutto ancora da superare.
Il romanzo, raccontato in prima persona da Peter, analizza diversi aspetti della vita e dell’anima, una sorta di analisi interiore del protagonista, che deve ritrovare sé stesso e deve saper accettare i propri limiti e difetti.

Angolo del pensiero:

Lo si deduce dal titolo: è una storia d’amore, ma non scontata e insipida. Ti travolge. E fino all’ultima pagina non riesci ad immaginare un finale. E’ un libro che sa divertire e commuovere, che riesce a trattare temi delicati, quali la morte, il suicidio, senza cadere nella banalità e allo stesso tempo senza risultare troppo pesante.
In questo secondo romanzo Gianluca Antoni è maturato ed è riuscito a catturare la mia attenzione, i dialoghi sono ben costruiti, come anche l’intera storia. Non annoia e non vedi l’ora di essere a casa per poter immergerti tra le pagine e le vicende di Peter.
Lo definirei una sorta di Giovane Holden all’italiana.

Cassonetti

Narrativa italiana

Carta di identità:

TitoloCassonetti
AutoreGianluca Antoni
GenereNarrativa italiana
Casa editriceItalic
Anno2010
Prezzo€16,00

Tra le pagine:

Il romanzo racconta le vite tormentate di quattro coinquilini, in pieno periodo universitario: azioni goliardiche, imprese amorose, delusioni, illusioni e speranze.
La storia si spalma su tre anni e ad ogni anno corrisponde una giornata particolare della loro vita, collante di tutto è l’amicizia, che si evolve, si plasma, ma rimane sempre sincera.

Angolo del pensiero:

Il romanzo è genuino e leggero. I dialoghi sono freschi e sembra proprio di sentir parlare dei giovani ragazzi scapestrati. In alcuni tratti il racconto mi è parso un po’ scadente, tanto da ridurre la mia concentrazione verso quello che leggevo.

Argento vivo

Gialli

Carta di identità:

TitoloArgento vivo
AutoreMarco Malvaldi
GenereGialli
Casa editriceSellerio
Anno2013
Prezzo€14.00

Tra le pagine:

Giacomo e Leonardo possono essere considerati i due personaggi chiave del romanzo. Giacomo, uno scrittore noto, Leonardo, un giovane programmatore.
Accanto ai due protagonisti emergono altri personaggi che rivestono un ruolo ben preciso nella storia:
– le due mogli Paola e Letizia, che sembrano ricoprire il ruolo del grillo parlante: spingono, con i loro consigli, i rispettivi mariti a intraprendere la strada, che a parer loro, è quella giusta ed onesta.
– Costantino, che con le sue rocambolesche azioni regala vivacità al romanzo e rovina, inconsapevolmente, il piano iniziale dei malfattori.
Giacomo e Leonardo conducono due vite diverse, che però, per un susseguirsi concatenato di casi si incrociano; la loro tranquilla quotidianità viene scombussolata da un duplice furto: una Peugeot 206 color argento e un portatile.

Angolo del pensiero:

E’ il primo romanzo di Malvaldi che leggo. I suoi libri rientravano in quella categoria che, vuoi per la copertina, vuoi per il titolo, non attiravano la mia attenzione. E mi devo ricredere. La scrittura è divertente, fluida, coinvolgente. La storia è bizzarra, originale e cattura l’attenzione del lettore dalla prima all’ultima pagina.